fbpx

ZERO lancia la call alle startup, il nuovo acceleratore di CleanTech punta a sostenere Startup e PMI innovative

ZERO lancia la call alle startup, il nuovo acceleratore di CleanTech punta a sostenere Startup e PMI innovative
Prevenzione e riduzione degli sprechi, nuovi fonti energetiche, economia circolare e riduzione delle emissioni sono solo alcuni degli ambiti di interesse della call lanciata alle startup e alle pmi innovative da Zero, il nuovo acceleratore di imprese innovative del settore cleantech. 

Zero è il nuovo acceleratore a “tecnologia pulita”, nato dal progetto di Cassa dei Depositi e Prestiti che ha come obiettivo quello di creare una Rete Nazionale di Acceleratori fisici ad alta specializzazione, per stimolare le competenze imprenditoriali accompagnando la crescita dei migliori talenti italiani dell’innovazione e i temi della sostenibilità ambientale legata alle nuove tecnologie.

 

LA CALL ALLE STARTUP E PMI INNOVATIVE

Partendo da una dotazione iniziale di 4,6 milioni di euro, a cui seguiranno altri 1,8 milioni di euro sottoscritti per i successivi follow-on post-accelerazione, l’iniziativa nell’ambito Cleantech si pone l’obiettivo di supportare in 3 anni la crescita di 30 startup e PMI innovative italiane e le realtà internazionali che desiderano sviluppare il proprio business aprendo una sede operativa in Italia.

Il termine cleantech fa riferimento alla cosiddetta tecnologia pulita, riferibile a qualsiasi processo, prodotto o servizio che riduca gli impatti ambientali negativi attraverso significativi miglioramenti dell’efficienza energetica, l’uso sostenibile delle risorse o attività di protezione ambientale. Secondo criteri legati al potenziale di crescita e alla capacità di affrontare le sfide tecnologiche del settore, l’Acceleratore ZERO selezionerà le migliori startup e PMI innovative che sviluppano progetti e soluzioni tecnologiche finalizzate a minimizzare l’impatto carbonico, agevolare la riduzione delle emissioni, ottimizzare il ciclo dei rifiuti, velocizzare i processi di transizione energetica e favorire l’economia circolare.

Il Manifesto di Zero parla a “chi è consapevole che occorre un processo di trasformazione più veloce di quanto fatto in passato e vede nell’innovazione tecnologica una spinta per invertire la rotta”.

La call per la selezione delle startup e pmi è stata aperta il 14 aprile 2021 sul sito www.zeroacceleratorcleantech.com  e la selezione dei partecipanti si concluderà il 18 giugno. 

È rivolta a startup software, con un minimum viable product funzionante, e startup hardware, che abbiano già un prototipo funzionante e una roadmap definita per la produzione di massa.
Potranno partecipare alla selezione startup nate e cresciute in Italia, imprese innovative estere che vogliono innovare nel nostro paese, fissando la serie legale nei confini, e infine innovatori italiani che stanno pensando di rientrare in patria.

Il momento storico è favorevole: attualmente l’attenzione alla sostenibilità unita a una crescita economica giusta ed ecologica è ai massimi storici, complici anche la pandemia e il conseguimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile fissati dall’agenda Onu. 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

    Accetto la Privacy policy